AppuntamentiEventiPrima Pagina

“Destino Madrid, un romanzo che disorienta e sorprende i lettori” di Amilcare Spinapolice

A San Severo, presso l’Hotel Palazzo Giancola, presentazione del nuovo libro di Amilcare Spinapolice, medico ginecologo e sociologo foggiano

Il primo caso giudiziario risolto da Luca Giaquinto, sociologo-antropologo, responsabile della
divisione “Ammissione al programma di tutela per pentiti” della procura di Roma
Sarà presentato giovedì prossimo, 9 luglio 2020, con inizio alle ore 19,00, presso la sala congressi dell’hotel Palazzo Giancola di San Severo (piazza della Costituzione) il romanzo “Destino Madrid”, scritto dal medico ginecologo e sociologo foggiano Amilcare Spinapolice (pubblicato dall’editore Antonio Dellisanti in edizione nazionale ed
internazionale – nel formato ebook – copertina curata da Salvatore Inicorbaf, che ha firmato anche il booktrailer – ISBN 9788898791491, pagg. 182, euro 16,90 – ebook euro 4,99). Interverranno Ciro Dattoli, giornalista e Stefano Graziani, attore.
Il tema è “il Destino, inteso non come casualità, ma come Destinazione”. Il romanzo mette in discussione la “purezza” del libero arbitrio perché, ciascuno di noi, secondo l’autore, è “vittima e complice di se stesso”. L’unica casualità, come scrive Elias Canetti in “Massa e potere” è nel concepimento, nell’incontro tra proprio quei due gameti che, alla nascita, determineranno conseguenze biologiche, ambientali e sociali.
ABSTRACT DEL ROMANZO Luca Giaquinto, sociologo-antropologo, è il nuovo responsabile della divisione
“Ammissione al programma di tutela per pentiti” della procura di Roma. Lo affianca, nella revisione dei documenti di reinserimento sociale di un ex terrorista – Carlo Antonini, alias Adelio Moro – il fido Annecchino, funzionario prossimo alla pensione. Quello che sembra essere apparentemente un semplice passaggio burocratico, grazie alle competenze sociologiche e psicologiche di Giaquinto, apre la strada, inaspettatamente, ad una nuova inchiesta giudiziaria fra apparati deviati dello Stato. Storia, intrigo, ricerca della verità, analisi del vissuto esperienziale, tragico ed umano di Adelio e del suo amico medico Enea Testa, che ricongiungono le loro vite per “destino”, ai margini dei fatidici ‘Anni di piombo’, danno corpus al primo fortunato romanzo di Amilcare Spinapolice, “Destino Madrid”. Ma l’attore principale
dell’esordio letterario del medico-scrittore di origini foggiane è lo stesso sociologo Luca Giaquinto, sostenuto dalla sua compagna Greta, che si rivela un ottimo conoscitore dell’animo umano, tanto da “spogliarsi” del ruolo assegnatogli dallo scrittore e, grazie ad un originale cambio di registro letterario, diventare, a sua volta, narratore della “destinazione finale” dei due amici , protagonisti della oscura vicenda di cronaca nera (Antonio Dellisanti).
L’AUTORE
Amilcare Spinapolice è nato il 9 ottobre 1951 a Foggia, dove risiede e lavora come medico specialista ginecologo. Dopo aver conseguito la laurea in Medicina e la specializzazione in Ginecologia, ha continuato gli studi perfezionandosi in Storia della medicina e successivamente con-seguendo la laurea in Sociologia della comunicazione. Ha tenuto seminari di Storia dell’Ostetricia e Ginecologia presso le Università di Messina e di Bari e, in seguito, all’Università di Foggia, nel corso di laurea in Scienze infermieristiche.
Ha pubblicato Non di solo corpo, saggio di antropologia della maternità, la cui prefazione è stata curata dal professor
Carlo Flamigni. Successivamente ha dato alle stampe Storia del rapporto medico-paziente e Fecondazione? Grazie, sì.
Sullo stesso argomento ha pubblicato due e-book, Fecondazione assistita. Tutto quello che c’è da sapere sul percorso della maternità biologica assistita e La comunicazione tra medico e paziente. È autore di articoli e saggi di antropologia e sociologia della maternità. Ha collaborato con i portali web fertilita.org e duepiu.net.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close