ComunicatiPrima Pagina

CONTRO IL COVID-19 IL PRONTO SOCCORSO E’ IN PRIMA LINEA!

👏👏PLAUSO A MEDICI ED OPERATORI SANITARI👏👏

In questi giorni, resi difficili dall’emergenza Sanitaria dovuta alla diffusione del COVID-19, in tutta l’Italia, come nel resto del mondo, Medici ed Operatori Sanitari stanno continuando a lavorare in modo ammirevole.

Vogliamo ricordare l’opera svolta dagli OPERATORI del PRONTO SOCCORSO di San Severo, ringraziandoli pubblicamente e lodando il loro operato come quello di altri nelle differenti località.

Vogliamo evidenziare lo sforzo compiuto da tutto il PERSONALE SANITARIO che, soprattutto in questi giorni, è in prima linea per DIFENDERE la nostra SALUTE.
I dati che pervengono ci fanno sia comprendere l’ingente portata del problema, che capire con ‘quanta passione’ tali professionisti stanno continuando ad affrontare il loro quotidiano lavorativo.
Sono dati che ci inducono a pensare che senza di essi, non ce la faremmo…

E se pensiamo al PRONTO SOCCORSO di San Severo poi, laddove nulla è lasciato al caso ed all’approssimazione, bisogna anche ammettere che, nonostante la carenza di personale MEDICO ed INFERMIERISTICO, si “tira la carretta” senza proteste, lamentele ed a testa bassa…diciamolo pure…

Da apprezzare dunque l’abnegazione e lo spirito di sacrificio del personale infermieristico e medico che, ininterrottamente, si succedono nei vari turni.

Da precisare che il PRONTO SOCCORSO di San Severo gestisce 2 tende, di cui una pre – triage ed una attrezzata anche per esigenze ginecologiche.
Esso è impegnato inoltre a monitorare le due stanze di isolamento, dotate di tutti i confort, per il paziente presunto positivo al Covid-19.

Un PRONTO SOCCORSO che, pur con i suoi limiti, ha visto passare più di 90 persone tutti i giorni e fino a qualche giorno fa, ma che nelle ultime ore sta subendo un ‘crescendo smisurato di accessi’.
Eppure, i suoi OPERATORI seguitano a lavorare senza sosta anche quando qualcuno tra di loro è in quarantena o in infortunio, assicurando un’assistenza continua e consapevoli della vicinanza delle Direzioni Generali, Sanitarie ed Amministrative.

Ma il PRONTO SOCCORSO di San Severo prosegue nel suo cammino, pure quando (cosa quotidiana peraltro), una tenda viene sanitizzata per il sospetto di un caso positivo al Covid-19 e le attività proseguono, ininterrottamente, nella seconda tenda, evitando ulteriori disagi ad una popolazione già provata da tanti problemi sociali, sanitari ed economici.
Un Personale che continua senza tregua anche quando sono gli stessi utenti a rallentare i ritmi, come viene rammentato… e “qui di esempi ‘ci son piene le fosse’… basti pensare a quando l’utente con aggressività pretende di effettuare un tampone in tenda pur non avendo sintomi, oppure quando con arroganza si rivolge alla tenda pretendendo una mascherina per sé e per i suoi familiari…o di quanti non vogliono sottoporsi al pre-triage perché devono solo andare a visitare un parente ricoverato in qualche reparto…”

“In TV continuano a trasmettere immagini a forte impatto emotivo, che ci mostrano professionisti impegnati nelle rianimazioni, tutti protetti da DPI, tutti addetti all’uso di strumentazioni sanitarie impressionanti. Immagini che ci fanno presumere che le periferie agiscano da semplici gestori del traffico e ci fanno dimenticare la vera Prima Linea. Ci fanno dimenticare chi dovremmo ringraziare e capita che, gli stessi utenti che dal Pronto Soccorso sono passati… dimentichino chi per primo si è occupato della loro salute”, è il pensiero espresso da chi opera nel settore.

Un invito alla riflessione dunque che, come Redazione, riportiamo, aggiungendo la GRATITUDINE COLLETTIVA verso tali Operatori e con un ulteriore invito alla PAZIENZA.

Perché alla fine, “NON È FACILE NÉ CURARE E NÉ ESSERE PAZIENTI.
Ed in un momento come questo, non ne parliamo quanto sia difficile.

La Redazione

(FOTO Aldo Massa BlogCQ24)

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close