ComunicatiPrima Pagina

ANDREA, UNA CANZONE PER PAZIENZA – A RICORDARE I 65 ANNI DALLA SUA NASCITA

Andrea Michele Vincenzo Ciro Pazienza (San Benedetto del Tronto, 23 maggio 1956 – Montepulciano, 16 giugno 1988) è stato un fumettista, disegnatore, illustratore e pittore italiano” si apre così la presentazione su Wikipedia del grande artista di origini sanseveresi.

Da poco trascorso quello che sarebbe stato il suo 65° compleanno, il ricordo di Andrea Pazienza continua ad echeggiare sempre più forte, confermando la vitalità e l’autenticità che sostiene le sue opere, creazioni che ci appaiono come immortali.
Tra gli omaggi che San Severo (la storica città della sua famiglia, dove l’artista è di fatto cresciuto e dove riposa) riserva al fumettista, c’è una canzone intitolata proprio Andrea e contenuta ne Il Canzoniere di San Severo.
Un brano nutrito intenso, che propone l’aspetto forse meno in voga di Paz, quello dei sentimenti, di una tenerezza spesso mascherata dai colori e dalla vivacità delle sue storie e dei suoi personaggi.
Selezionata da Rockit.it tra le dieci canzoni dedicate a Paz, Andrea propone la centralità della melodia e del testo figurativo, a disegnare un immaginario pittorico, paesaggistico e personale, che si muove tra il baricentro poetico dato dal primo piano degli occhi del pittore e scorci di campagna e mare, senz’altro garganici, tanto cari all’artista pugliese – fino al ritornello che fiorisce insieme al gesto e alla manualità creativa, ricordando come con una matita ed un foglio di carta potesse creare un intero mondo.
Ritmi e melodia liquidi a sostenere la voce e i versi, la canzone è sospesa tra cantato ed archi, planando su una leggerezza che sa di cieli, spazi aperti, di una poesia schietta, che con l’affetto del suo pubblico ricorda Andrea.
Di seguito il testo della canzone e il video presente su YouTube
Andrea – Da Il Canzoniere di San Severo
Andrea ha gli occhi grandi, pieni di sogni
pieni di stelle accese e di tramonti
Andrea ha gli occhi stanchi, gonfi di sogni
e di colline in fiore che scendono al mare
e lo portano via, lontano via,da qui
Ritornello
E datemi un foglio di carta ed una matita
che vi disegnerò il mondo
Datemi un pezzo di carta ed una matita,
ed io i inventerò il mondo
Andrea ha gli occhi grandi, rossi di sogni
e di giorni sbagliati e di tormenti
Andrea ha gli occhi grandi, stanchi di sogni
pieni di tenerezza e di paura
che lo portano via, lontano, via… da qui…
Ritornello
E datemi un pezzo di carta ed una matita
che vi disegnerò il mondo
Datemi un foglio di carta ed una matita,
ed io vi inventerò il mondo
datemi un pezzo di carta, ed una matita ed io..
io vi disegnerò il mondo…
Special
Anche se tutto intorno cade, in un silenzio di brace
io vivo così, agli angoli del cielo
Anche se tutto intorno tace, in un vuoto che non da pace
io vivo così, agli angoli del cielo
Nazario Tartaglione

Articoli simili

Potrebbe interessarti

Close
Back to top button
Close