AppuntamentiEventiPrima Pagina

Sabato 25 novembre manifestazione degli studenti in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne

Sabato 25 Novembre alle ore 09,00 il Liceo “Checchia Rispoli – Tondi” darà luogo ad una manifestazione a cura degli studenti dell’Istituto in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne. Evento istituito dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1999 per attenzionare questo fenomeno, oggi, molto diffuso. Pensiamo a Giulia Cecchettin aggredita, ferita e uccisa, poco tempo fa.  Un omicidio conseguenza di violenze (fisiche ma anche psicologiche) che derivano da una dinamica di potere e controllo alimentata da stereotipi e aspettative di genere, e che sono esercitate sulle donne da uomini a loro vicini o che pensano di esserlo.

La giornata contro la violenza sulle donne vuole mettere al centro la necessità di garantire che ogni bambina, adolescente e donna possa vivere senza il timore di subire violenze fisiche, sessuali, verbali e psicologiche da parte di quegli uomini che spesso sono mariti, compagni, oppure ex.

Quest’anno il Liceo Checchia Rispoli – Tondi affronta questo delicato argomento attraverso una manifestazione denominata “NEMMENO CON UN FIORE” che vede coinvolti gli alunni dell’Istituto, i quali si esibiranno in drammatizzazioni, danza e canti a tema. Ogni rappresentazione, ogni canto, ogni flashmob sono stati vissuti nello spirito, prima di metterli in scena, dando prova di aver capito di quanto sia importante essere consapevoli che nessuno è inferiore all’altro e che l’uguaglianza non è solo una parola che si porta via il vento ma che si traduce in parità di diritti. Inoltre, è importante che questi giovani si sentano pienamente inseriti non solo nella comunità scolastica ma anche in quella sociale per poter costruire relazioni affettive tali da realizzare la parità di genere per la loro generazione. La scuola insieme alle famiglie e alle istituzioni devono cooperare per eliminare le barriere relazionali ed emozionali e per garantire uno sviluppo equilibrato perché i nostri ragazzi sono il cuore pulsante della società e la loro sana crescita è l’obiettivo a cui si mira.

Si ringraziano, sin d’ora, il primo cittadino, Francesco Miglio e i membri della Giunta presenti; don Massimo Gagliardi, parroco della parrocchia di Cristo Re per la loro presenza, la loro attenzione per l’argomento e la premura verso i nostri giovani.

Ringrazio il Dirigente Scolastico Pasquale Marco Romano per aver creduto e sostenuto la realizzazione di questo evento molto ambizioso perché sono stati coinvolti in modo diretto più di 200 alunni che hanno mostrato una grande sensibilità verso questo tema e che hanno voluto esprimere mettendoci la faccia e per questo io li ringrazio.

E la cosa più bella è stato vivere con loro durante le prove, momenti preziosi nei quali si condivideva la sensibilità e il sostegno verso coloro che le violenze le subiscono. È stato tempo autentico in cui i nostri ragazzi sono stati protagonisti determinati a dire NO ALLA VIOLENZA SULLE DONNE.

Prof.ssa Patrizia di Pierno

Articoli simili

Pulsante per tornare all'inizio