ComunicatiPrima Pagina

ROTARY CLUB DI SAN SEVERO – LA FESTA PATRONALE MESSA IN SCENA DA UN ROTARIANO

La festa patronale cittadina, dedicata alla Madonna del Soccorso, si svolge tradizionalmente nel mese di maggio: nella terza domenica si tiene la solenne processione con i simulacri della Madonna e dei Santi Patroni Severo e Severino; in dialetto sansevrese la festa è detta puramente e semplicemente “…’U SUCCURZ’… “.

E’ lo spunto per una divertente commedia, in vernacolo mixato all’italiano, scritta dal Past President  Mauro Valente – avvocato per professione e scrittore per passione – che è stata in cartellone con ben quattro rappresentazioni “sold out” al teatro Verdi nei mesi passati e due proiezioni cinematografiche al Cicolella; la ripresa cinematografica dello spettacolo è stata la protagonista di una riunione del club che ha visto la partecipazione dell’autore  con il regista, Luigi Zampino, e con due dei protagonisti, Luigi Minischetti e Valter Presutto, oltre a numerosi soci ed ospiti.

La commedia fa letteralmente “scendere sulla terra” i Santi Patroni nel giorno della festa facendoli partecipi del contesto sociale, degli usi, dei costumi e soprattutto della mentalità degli anni ’60 del secolo appena trascorso; due i registri di lettura del lavoro: il primo – lieve – con la sottolineatura di pregi e difettucci del popolo sansevrese, il secondo – più profondo – di analisi antropologica e sociale su di un mondo che oggi – nel bene e nel male – non c’è più.

Alla prima commedia, molto gradevole e divertente, di Mauro Valente seguirà per Natale una seconda: “ A ZUPPET’ “ ;  “la zuppetta” è il piatto natalizio per antonomasia della città; ne esistono tante versioni quante le famiglie cittadine, ma in nessuna casa può mancare a Natale questa preparazione, variamente interpretata, a base di pane abbrustolito, caciocavallo, scamorza, tacchino e brodo (ovviamente di tacchino).

E quindi per il prossimo Natale non potrà mancare nel teatro cittadino “ A ZUPPETT’ “ per rinverdire le tradizioni locali, non solo  culinarie, che riflettono una civiltà che va perdendosi nell’epoca della globalizzazione e della massificazione: attendiamo tutti con curiosità di assistere a questo nuovo lavoro che ci aiuterà a trascorrere le vacanze natalizie tra qualche riflessione e grandi risate.

Pier Carlo Pazienza

Articoli simili

Pulsante per tornare all'inizio