AppuntamentiEventiPrima Pagina

«NACQUE AL MONDO UN SOLE» – VERSO GLI 800 ANNI DEL CANTICO DELLE CREATURE DI SAN FRANCESCO.

EVENTO IN OCCASIONE DELLE CELEBRAZIONI DEI 50 ANNI DELL’ARCHEOCLUB. VENERDÍ 9 FEBBRAIO 2024 – ORE 18.00. SPAZIO RIPOLI.

L’Archeoclub di San Severo, venerdì 9 febbraio 2024 alle ore 18:00, presso Spazio Ripoli sito in via San Girolamo n. 2 (vicolo San Severino), presenterà l’evento “Nacque al mondo un Sole” – Verso gli 800 anni del “Cantico delle Creature” di San Francesco.

La serata, primo evento con cui l’Archeoclub intende iniziare le celebrazioni del Cinquantenario dalla nascita (1974-2024) della sua attività di promulgazione e diffusione della cultura a livello locale e nazionale, vedrà i saluti del Presidente, Prof. Armando GRAVINA, cui seguirà la relazione filologico-letteraria del “Cantico delle Creature” a cura della dott.ssa Carmen ANTONACCI.

Sull’evento, il Presidente dell’Archeoclub ha detto: «Il Cantico delle Creature, come tutti sappiamo, è un bellissimo componimento, uno dei testi più antichi della letteratura italiana, scritto da San Francesco d’Assisi. Secondo la tradizione, la sua scrittura sarebbe avvenuta due anni prima delle morte del Santo, nel 1226. In realtà, uno studio più approfondito ci ha permesso di scoprire che la sua stesura è avvenuta in tre momenti diversi della vita del Santo di cui si approfondirà in questo evento. Il Cantico, una lode a Dio e alle meraviglie che ha creato, è un inno alle Sue opere e se all’apparenza sembra molto semplice nella realtà è un testo di una complessità straordinaria. La lettura del Cantico non è, inoltre, una scelta casuale in quanto l’inizio della sua scrittura, nel 1224, dà inizio alle celebrazioni dei suoi 800 anni, la quale coincide con la celebrazione dei nostri 50 anni (1974-2024) di attività di diffusione culturale a livello locale e nazionale. Oltre a questo dato, in questi tempi di guerre e di distruzione, ci è sembrato che il messaggio di fratellanza, non solo con il creato ma tra gli uomini, cui ci esorta San Francesco debba essere riconsiderato e ascoltato in tutta la sua forza a prescindere dalla fede professata da ognuno di noi».

La cittadinanza è invitata a partecipare.

Articoli simili

Pulsante per tornare all'inizio