ComunicatiPrima Pagina

LA GIUNTA COMUNALE DELIBERA L’INTITOLAZIONE DI UNA SALA DELLA GALLERIA URBANA “NINO CASIGLIO” DI PALAZZO CELESTINI AL PROF. ETTORE VITTORIO BASSO.

La Giunta Comunale ha deliberato L’INTITOLAZIONE DI UNA SALA DELLA GALLERIA URBANA “NINO CASIGLIO” DI PALAZZO CELESTINI AL PROF. ETTORE VITTORIO BASSO.

Entro breve sarà fruibile alla cittadinanza – dichiarano il Sindaco Miglio e l’Assessore Iacovino – la Galleria Urbana collocata al piano terra di Palazzo Celestini, oggetto del progetto di rigenerazione urbana, che collega via San Severino a Via dei Quaranta, e che sarà destinata ad attività di aggregazione sociale e culturale da parte delle associazioni cittadine. In quest’ottica di ampio respiro culturale rientra senza dubbio la figura del Prof. Ettore Vittorio Basso, agronomo per oltre 50 anni, Docente di Estimo, topografia e meccanica e già Dirigente scolastico dell’Istituto “Di Sangro/Alberti” (ed annesso Convitto) dal 1993/94 al 2010. Il Preside Basso stato anche promotore istituzionale ed umano della costruzione del nuovo Istituto “Di Sangro”, quale sede anche di alcuni corsi della Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Foggia, nonché del relativo Convitto in località Guadone-Perretti. Per queste motivazioni, recependo anche un’istanza della famiglia, dalla moglie prof.ssa Elisabetta Niro e dai figli Giovanni ed Alessandro, l’Amministrazione Comunale ha deciso di intitolare una Sala della Galleria Urbana di Palazzo Celestini “Nino Casiglio” al compianto Prof. Ettore Vittorio Basso scomparso l’8 giugno 2022, considerato l’impegno profuso nei confronti delle nuove generazioni e quale esempio educativo di professionalità e impegno sociale”.

STORIOGRAFIA del Preside Prof. Agr. Ettore Vittorio Basso.

Nato a San Severo, l’8 ottobre 1942. Diplomatosi geometra all’Istituto Tecnico Statale “E. Masi” di Foggia, si laurea in Scienze Agrarie, conseguendo altresì l’abilitazione come Agronomo nel 1967, professione che ha esercitato sino all’ultimo anche come consulente tecnico d’ufficio presso il Tribunale di Foggia e di Lucera. Nello stesso anno (1967), diviene Docente ordinario di Estimo, Topografia, Meccanica e Costruzioni, collaborando peraltro dal 1986 al 1991 come docente a contratto anche con l’Università degli Studi della Basilicata, per, poi, vincere il concorso come Preside nel 1991 e svolgere il suo primo incarico, dal 1991 al 1994, in Toscana e, precisamente, presso l’Istituto Tecnico Professionale Statale “L. Fantoni” di Soliera Apuana (MS). Dal 1994 al 2010, è stato Dirigente dell’Istituto Tecnico Agrario Statale “M. Di Sangro” e dell’Istituto Tecnico per Geometri “L. B. Alberti”. Grazie al suo lungo e proficuo impegno, ricordiamo la costruzione di ben tre Plessi istituzionali e, cioè, nel 1998 la nuova sede dell’Istituto Tecnico Statale per Geometri “L. B. Alberti” in via Adda e, nel 2003, le nuove sedi dell’Istituto Tecnico Agrario Statale “M. Di Sangro” e della Casa dello Studente in località Perretti ed, altresì, l’apertura, a San Severo, di due corsi accademici della Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Foggia. Ha ricoperto, inoltre, un ruolo di spicco nell’Ordine provinciale dei Dottori Agronomi di cui è stato tra i più giovani consiglieri e, dal 1999 al 2022, è stato vice-presidente, presidente e presidente onorario dell’A.D.A.F. (Associazione dei Dottori in Scienze Agrarie e Forestali) della provincia di Foggia.

La famiglia. La moglie, Elisabetta R.M. Niro, laureata in Scienze biologiche e docente di Scienze naturali e Matematica. Due figli: Giovanni, laureato in Scienze agrarie ed agronomo nonché funzionario tecnico dell’Università degli studi di Foggia ed autore di pubblicazioni su Riviste Tecniche nazionali ed internazionali; Alessandro, laureato in Giurisprudenza, avvocato, geometra, giornalista pubblicista e docente ordinario di Diritto ed Economia politica nonché autore di libri e pubblicazioni sulle più importanti Riviste giuridiche nazionali.

Articoli simili

Pulsante per tornare all'inizio