ComunicatiPrima Pagina

“GIOCO ALL’APERTO” NASCE UN NUOVO PROGETTO PER LA CITTA’

Chi non ricorda il divertimento legato al gioco all’aperto, durante la gioventù, in prossimità della spensieratezza estiva?

Attualmente, però, lo sport “per strada” è praticato molto meno rispetto a qualche anno fa: i ragazzi sono facilmente attratti da interessi digitali e poco dagli spazi all’aperto.

Il gioco all’aperto permette la socializzazione e la pratica di attività sportiva: è per questo che durante i lavori della quarta commissione consiliare, che ho l’onore di presiedere, abbiamo stilato un  interessante progetto. Uno degli sport più apprezzati nella nostra cittadina è la pallacanestro, che, come tutti gli sport di squadra, contribuisce a favorire la socializzazione, lo spirito di gruppo, il rispetto di ruoli e regole.

Il progetto prevede di costituire un piccolo gruppo di persone che volontariamente diano la propria disponibilità, in termini di tempo e di arte, ad abbellire il campo.

I writers del quartiere avrebbero il piacevole compito di “disegnare” il campo di gioco, con colori vivaci e disegni che riportino al basket. I canestri e le vernici saranno forniti dall’ente comunale.

È prevista la presenza di un percettore di reddito di cittadinanza, che, insieme ai ragazzi che useranno il canestro, sarà custode di questo bene, sia in termini di corretto utilizzo, sia in termini di cura dello stesso.

Il giorno dell’inaugurazione l’amministrazione comunale parteciperà ad una festa nella quale il campo sarà “consegnato” ai ragazzi del quartiere.

I luoghi individuati sono tre:

-piazza del Papa, ai lati della statua del Papa.

-Angolo via Alessandrini-via Rossa, in prossimità del mercato coperto.

-angolo via Togliatti-strada Carmicelli.

I tre playground così localizzati sono stati scelti sulla base di alcune valutazioni: superficie di gioco piana, adeguata al rimbalzo della palla, vicinanza a quartieri periferici (periferie sociali e fisiche), sufficiente distanza dalle abitazioni (i cui proprietari potrebbero lamentare schiamazzi e rumori legati al rimbalzo della palla).

Ci auguriamo che questo sia un “progetto pilota”, che funzioni bene, che dia i frutti sperati (in termini di socialità, di attitudine al gioco e al rispetto delle regole, di cura per ciò che è pubblico), in modo da poter estendere ad altri quartieri lo stesso tipo di progetto, con le migliorie che con l’esperienza si potranno apportare.

Mi sia consentito di ringraziare i colleghi consiglieri componenti della quarta commissione e in particolare Enrico Pennacchio, Michele de Lilla, Gianfranco Di Sabato, Mariella Romano, Antonio Stornelli, Pierluigi Marino, Michele Santarelli per la loro presenza, per lo spirito costruttivo, per i consigli nella fase di progettazione di questa idea. Sono particolarmente fiera del lavoro svolto insieme: il progetto, inizialmente semplice e meno articolato, è stato modificato e migliorato al punto da giungere a questo piacevole risultato.

Ringrazio il Sindaco Francesco Miglio, che ha subito dimostrato interesse al progetto: la sua figura di riferimento è di enorme stimolo al lavoro proficuo di squadra.

Ringrazio gli assessori Simona Venditti, Luigi Montorio, Mario Marchese, sempre disponibili e propositivi: il loro sostegno è stato prezioso.

Allora, come dicevamo da ragazzi, “ci vediamo al campo!”

Alessandra Spada

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close